CLAUDIO BITETTI

 

 

Nasce ad Aosta nel 1962, laureato in Disegno Industriale presso la Facoltà di Architettura a Milano, svolge attività di designer collaborando con aziende come Alivar, Ciatti a Tavola, Dilmos,EmmeBi, Minottiitalia , Mogg, Movelight, Sturm Und Piastic e di progettista d’interni realizzando negozi e abitazioni private. Il suo approccio al progetto si esprime attraverso concetti quali la flessibilità, il dinamismo delle forme, la scomposizione ai minimi termini, rafforzati da un’idea estetica che mira alla poetizzazione dell’oggetto senza sminuirne la riconoscibilità e l’efficacia funzionale.

Come ha scritto Elio Franzini, docente di Estetica alla Statale di Milano, “1e forme di Claudio Bitetti, nella dialettica progettuale (e corporea) dell’io-noi, sono allora simboli, hanno cioè un senso ‘aperto’, un invisibile che si esibisce attraverso il visibile”. Così,nella ricerca del senso che supera ll tradizionale concetto di valore d’uso, Claudio Bitetti delinea, come ha affermato Fiaviano Celaschi, docente e preside vicario della facoltà di Disegno Industriale di Milano, “un repertorio di progetti che attraversano lo spazio della casa, obbligando chi lo vive a sfruttare la pluralità dei sensi,a impiegare il doppio-senso, a elaborare il buon-senso”.